Uber spara al guru dell'auto che guida da solo Levandowski

Anonim

SAN FRANCISCO - Anthony Levandowski, l'ingegnere stellare che un tempo guidò l'ambizioso progetto di auto-guida di Uber e una figura centrale nella sua controversa battaglia legale contro l'unità Waymo di Google sui segreti commerciali, è stato licenziato.

Il portavoce di Uber, Chelsea Kohler, ha confermato a Martedì che la compagnia di passaggio ha reciso immediatamente i suoi legami con Levandowski. Il New York Times ha riferito per la prima volta della sparatoria.

Miles Ehrlich, l'avvocato che rappresenta Levandowski nel caso, non ha risposto a una richiesta di commento.

Eric Meyhofer, che in aprile si è occupato dello sforzo auto-guida di Uber, continuerà a guidare il programma con gli impiegati di Levandowski che ora gli riferiscono.

La notizia non è del tutto imprevista dopo che Levandowski ha rifiutato di consegnare i documenti nel caso e, più recentemente, è stato ordinato da un giudice di essere rimosso da qualsiasi progetto interno relativo alla tecnologia dei sensori al centro della controversia.

Ma il licenziamento rappresenta una grande caduta dalla grazia per un uomo che ha aiutato Google con la sua pionieristica tecnologia automobilistica e ha raggiunto fama e ricchezza nel 2016 dopo aver fondato la società di autocarri autotrasportata Otto, che Uber ha acquistato la scorsa estate per circa 680 milioni di dollari.

Relazionato:

È un semi da 50.000 libbre. E ora è auto-guida

L'app di Ride-hailing Uber ha subito una corsa rocciosa fino al 2017

Nella sua causa, Waymo, l'unità autonoma diffusa da Google alla fine dello scorso anno, sostiene che Levandowski ha rubato 14.000 file relativi al LiDAR proprietario di Google (rivelatore di luce e radar) appena prima di lanciare Otto.

La flotta crescente di Waymo di minivan Chrysler Pacifica Hybrid con guida autonoma potrebbe essere messa a lavoro con Lyft entro la fine dell'anno.

Uber ha negato le accuse, sostenendo che la sua tecnologia LiDAR è stata creata senza l'assistenza di alcun file rubato. Sosteneva inoltre che il problema riguardasse davvero Waymo e il suo ex dipendente, e non tra Waymo e Uber.

A mano a mano che il caso iniziava a manifestarsi, divenne presto chiaro che Levandowski non era desideroso di divulgare le informazioni che gli venivano richieste dagli avvocati di Waymo.

Quando Levandowski fu incaricato da un giudice federale di consegnare prove e testimonianze, i suoi avvocati invocarono il quinto emendamento a suo nome in marzo per evitare possibili accuse penali.

Poco dopo, Levandowski ha inviato un'e-mail a colleghi di Uber chiedendo di non essere incluso in alcuna riunione o memo relativa alla tecnologia LiDAR di Uber. Il mese scorso, il giudice William Alsup si è dichiarato ufficiale quando ha ordinato a Levandowski di essere ufficialmente rimosso da qualsiasi cosa relativa a LiDAR.

Levandowski era stato una volta una figura potenzialmente centrale nel tentativo di Uber di raggiungere i concorrenti auto-guidanti sia nella tecnologia che nello spazio automobilistico.

Google è stata a questa ricerca la più lunga, circa otto anni, mentre Uber si è precipitato a caccia di un'auto robotica negli ultimi anni, assumendo esperti a dozzine e testando un giro in auto-guida a Pittsburgh l'estate scorsa.

Waymo, la nuova unità autonoma di Google, ha recentemente affrontato questa sfida per commercializzare la propria attività sia in un accordo di partnership con la rivale Lyber di Uber, sia in un nuovo programma di test dei consumatori nell'area di Phoenix che impiegherà circa 600 auto- guidare minivan Chrysler Pacifica imballati con tecnologia Waymo.

Il CEO di Uber Travis Kalanick

Il licenziamento di Levandowski arriva in un momento burrascoso per Uber.

Le accuse di un ex ingegnere di un ambiente di lavoro sessista e spietato hanno portato a un'indagine interna i cui risultati dovrebbero essere rilasciati la prossima settimana. La nuova responsabile delle risorse umane di Uber, Liane Hornsey, ha recentemente dichiarato che un ampio "tour di ascolto" dei dipendenti non ha sollevato problemi di molestie sessuali. Invece, dice che i maggiori problemi sono il morale e la retribuzione.

Inoltre, gli investigatori federali hanno iniziato a esaminare la legalità del programma di Greyball di Uber, che era stato usato per ingannare i regolatori. E la battaglia legale con Waymo, che è prevista per il processo questo autunno, potrebbe prendere una piega più seria dopo che Alsup ha raccomandato che i funzionari del Dipartimento di Giustizia esaminino il caso per possibili accuse penali.

La scorsa settimana, il cofondatore e CEO Travis Kalanick, che è stato a caccia di un chief operating officer da quando le accuse di sessismo sono state mosse contro la sua compagnia a febbraio, ha ricevuto la notizia schiacciante che sua madre è stata uccisa in un incidente in barca, che ha lasciato anche il suo padre in gravi condizioni.