T-Mobile, i CEO di Sprint passano i loro brutti tweet mentre le aziende si fondono

Anonim

Oh, che differenza possono fare alcuni anni e miliardi di dollari.

Mentre la combinazione di T-Mobile con Sprint può sembrare lunga da tempo dopo anni di speculazioni "non si fanno mai", la felicità espressa dalle due società CEO oggi è ben lontana dalla loro precedente ostilità su Twitter.

Noto negli ultimi anni per la loro schiettezza su Twitter, il rapporto tra il CEO di Sprint Marcelo Claure e il capo di T-Mobile John Legere a volte è stato spinoso, con i due dirigenti che hanno barzato.

Uno scambio notevole nel 2015 includeva Claure che chiamava il toro del marchio Uncarrier di T-Mobile e che la compagnia di Legere era "peggiore delle altre due compagnie insieme", riferendosi ai comuni nemici di T-Mobile e Sprint: Verizon e AT & T.

"La tua imitazione fuorviante a buon mercato è una barzelletta.

. Dici una cosa, ma comportati in modo completamente diverso. È tutto uno spettacolo finto. Quindi è davvero #Tmobilelikehell ", ha continuato Claure.

Legere, sempre uno che sembrava all'altezza di una chiamata, ha risposto con un semplice "fratello pazzo?"

fratello sei matto?

- John Legere (@JohnLegere), 2 luglio 2015

I due hanno combattuto più volte da allora, anche ad agosto 2016, dopo che entrambe le compagnie hanno introdotto nuovi piani wireless illimitati. Tra i contraccolpi, le tensioni sono aumentate fino al punto di Claure che definisce Legere un "truffatore" in un tweet ora cancellato.

Negli ultimi anni i due sono stati molto più amichevoli online, in particolare con l'intensificarsi delle voci di un sindacato.

Inutile dire che ora sembra che entrambi i dirigenti abbiano messo le loro differenze dietro di loro.

Segui Eli Blumenthal su Twitter @eliblumenthal

FacebookTwitterGoogle + LinkedIn

T-Mobile e Sprint accettano di fondersi

A schermo intero

Pubblicare su Facebook

Pubblicato!

Un link è stato pubblicato sul tuo feed di Facebook.

T-Mobile e Sprint hanno annunciato il 29 aprile 2018 di aver raggiunto un accordo per unirsi in una nuova società che ridisegnerebbe il panorama wireless degli Stati Uniti riducendolo a tre principali fornitori di cellulari. L'accordo aiuterebbe le compagnie a ridurre i costi e potrebbe renderli un concorrente più forte per le AT & T e le Verizon più grandi. In questa foto del 27 aprile 2010, una donna che usa un telefono cellulare passa davanti ai negozi T-Mobile e Sprint di New York. LENNIHAN / AP

A schermo intero

John Legere (L), CEO di T-Mobile, e Marcelo Claure (R), CEO di Sprint, sono stati intervistati sulla proposta di acquisto da parte di T-Mobile di Sprint alla Borsa di New York a New York il 30 aprile 2018. T-Mobile e Sprint, il 29 aprile 2018, hanno annunciato l'intenzione di fondere un accordo del valore di circa $ 146 miliardi. L'accordo che affronterà il controllo regolamentare da parte delle autorità statunitensi, combinerebbe il terzo e il quarto più grande operatore telefonico statunitense e avrà circa 127 milioni di abbonati. JUSTIN LANE / EPA-EFE

A schermo intero

Il Presidente di Sprint Michel Combes, da sinistra, John Legere, CEO di T-Mobile, Marcelo Claure, CEO di Sprint, e Mike Sievert, Presidente e CEO di T-Mobile, si divertono a ridere mentre annunciano la fusione delle due società il 29 aprile 2018 a New York. CARTE SYKES / AP IMMAGINI PER T-MOBILE E SPRINT

A schermo intero

Sprint e il suo proprietario, il conglomerato giapponese SoftBank, hanno a lungo cercato un accordo in quanto la società ha lottato per competere da sola. Il presidente e amministratore delegato di SoftBank Group Corp Masayoshi Son tiene un discorso durante una conferenza stampa per annunciare i risultati finanziari della compagnia a Tokyo il 7 febbraio 2018. KAZUHIRO NOGI / AFP / GETTY IMAGES

A schermo intero

"Questa combinazione creerà un concorrente agguerrito con la scala di rete per offrire di più per consumatori e aziende sotto forma di prezzi più bassi, più innovazione e un'esperienza di rete da zero a zero - e fare tutto molto più velocemente di quanto le due società potrebbero da solo ", ha dichiarato John Legere, CEO di T-Mobile, in una dichiarazione. Visto qui Il CEO di T-Mobile John Legere annuncia nuovi prodotti in un evento a Los Angeles, California, l'11 novembre 2015. ROBERT HANASHIRO / USA OGGI

A schermo intero

In un comunicato stampa, T-Mobile e Sprint hanno promosso la fusione come un modo per posizionarsi al meglio per competere nella prossima gara 5G per Internet mobile più veloce, scegliendo di affrontarlo insieme piuttosto che da solo. In questa foto di archivio, i visitatori passano davanti a un logo 5G durante il Mobile World Congress il terzo giorno del MWC a Barcellona, ​​il 1 ° marzo 2017. JOSEP LAGO / AFP / GETTY IMAGES

A schermo intero

Marcelo Claure, co-fondatore della compagnia wireless Brightstar, che nel 2014 è stato nominato CEO di Sprint, diventerà un membro del consiglio di amministrazione di T-Mobile, mentre John Legere resterà a capo del nuovo T-Mobile. Visto qui, il CEO di Sprint Marcelo Claure interviene al Consiglio Nazionale della Conferenza Annuale di La Raza, il 13 luglio 2015, a Kansas City, MO.CHARLIE RIEDEL / AP

A schermo intero

Jeffrey Quintana un rappresentante di vendita presso un negozio Sprint lavora su un display del cellulare il 1 ° agosto 2017 a Miami, in Florida. JOE RAEDLE / GETTY IMAGES

A schermo intero

Un negozio T-Mobile è stato visto il 4 giugno 2015 a Miami, in Florida. Dopo che il governo ha annullato il tentativo di AT & T di acquistare l'azienda nel 2011, T-Mobile ha aperto la strada a molti cambiamenti favorevoli ai consumatori, come l'abbandono di contratti biennali e riportare piani di dati illimitati. I consumatori pagano meno per il servizio di telefonia mobile, grazie all'influenza di T-Mobile sul settore e alle guerre dei prezzi che ne derivano. JOE RAEDLE / GETTY IMAGES

A schermo intero

Interessato a questo argomento? Potresti anche voler vedere queste gallerie fotografiche:

Replay

    1 di 9

    2 di 9

    3 di 9

    4 di 9

    5 di 9

    6 di 9

    7 di 9

    8 di 9

    9 di 9

Riproduzione automatica

Mostra miniature

Mostra didascalie

Ultima diapositiva di diapositiva successiva