Ride-hailing servizi facendo incursioni negli aeroporti

Anonim

È stato un viaggio accidentato, ma molti dei principali aeroporti stanno battendo con successo accordi con servizi di guida come Uber, Lyft e Sidecar. E questo significa più e, spesso, opzioni di trasporto via terra meno costose per molti viaggiatori.

All'inizio di questo mese, la Metropolitan Washington Airports Authority ha annunciato che, a partire dal 1 novembre, Uber e Lyft sarebbero stati aggiunti all'elenco delle opzioni di trasporto via terra autorizzate presso gli aeroporti Washington Dulles International e Ronald Reagan Washington.

La mossa è arrivata dopo "mesi di studi, contributi pubblici e revisioni al fine di determinare il modo migliore per fornire ai nostri passeggeri l'accesso a queste nuove opzioni di trasporto via terra che desiderano, garantendo allo stesso tempo l'operatività dell'aeroporto in modo efficace ed equo per tutti" Il vicepresidente Margaret McKeough in una dichiarazione che annunciava l'accordo.

Alla fine di agosto, la Contea di Los Angeles ha approvato un processo di autorizzazione che consentirà alle società della rete di trasporto (TNC), come vengono anche chiamati i servizi di passaggio, per prendere i passeggeri all'aeroporto internazionale di Los Angeles.

Lyft, che ha già accordi operativi con 16 aeroporti, sta attualmente attraversando il processo di autorizzazione a LAX, ha detto la portavoce dell'aeroporto Nancy Castles, ma mentre i rappresentanti di Wingz, Opoli e Uber dichiarano che intendono applicare, a partire dalla scorsa settimana, nessun altro TNC, aveva presentato una domanda di autorizzazione.

"Nel frattempo, i TNC possono continuare a lasciare i passeggeri a Los Angeles, ma non possono raccogliere clienti", ha detto Castles.

A luglio, l'aeroporto internazionale di San Diego ha firmato i permessi permettendo a Uber e Lyft di unirsi al servizio di guida Opoli offrendo servizio di ritiro e riconsegna all'aeroporto e, all'inizio di settembre, UberX ha iniziato a operare legalmente all'aeroporto internazionale di Sacramento.

"Con più opzioni, i viaggiatori, i conducenti, le città e gli aeroporti vincono tutti", dice la portavoce di Uber Natalia Montalvo.

Gli aeroporti di Seattle e di altre città stanno lavorando e / o stanno per annunciare accordi con i servizi di cavalcata, e se il nuovo piano di bilancio del sindaco di Chicago Rahm Emanuel avanza, i servizi di passaggio a cavallo saranno presto autorizzati a prendere e lasciare i passeggeri negli aeroporti O'Hare e Midway.

"Non era una questione di quando servizi come Uber e Lyft venivano negli aeroporti o come tenerli fuori", ha dichiarato Kevin Burke, Presidente e CEO di ACI-NA, l'organizzazione che rappresenta la maggior parte degli aeroporti commerciali del Nord America, "La grande sfida per i direttori aeroportuali è stata la regolamentazione dei servizi", hanno affermato i vari modelli di governo presenti negli aeroporti della nazione.

Per aiutare a far avanzare le cose, ACI-NA mette insieme una task force che esamina i servizi e offre suggerimenti agli aeroporti su come negoziare un accordo che funzioni per tutti.

"Gli aeroporti vogliono fornire opzioni per i passeggeri che entrano ed escono, e se Uber e Lyft sono opzioni valide, allora dovremmo fornire loro", ha detto Burke. Allo stesso tempo, però, gli aeroporti devono assicurarsi che i passeggeri siano al sicuro e gli aeroporti debbano proteggersi come entità legali, ha affermato.

Nel 2013, negli Stati Uniti e in Canada gli aeroporti hanno guadagnato $ 3, 1 miliardi dai costi di parcheggio e di trasporto a terra, per cui gli aeroporti devono assicurarsi che gli accordi con cui lavorano con i servizi di passaggio guidano anche le entrate.

"Mentre andiamo avanti vedremo sempre più aeroporti che risolvono queste sfide", ha detto Burke, "ma ogni aeroporto ha una storia diversa e probabilmente ci saranno degli ostacoli".

Uno di quegli ostacoli si trova in Florida, dove la scorsa settimana i commissari della contea di Broward hanno trascorso più di sei ore a discutere di regolamenti che avrebbero permesso a Uber di operare all'aeroporto internazionale di Fort Lauderdale-Hollywood.

"Forniscono un ottimo servizio, i nostri clienti vogliono vedere quel servizio e vogliamo lavorare con loro per ottenere questo servizio qui", ha detto Kent George, direttore del dipartimento dell'aviazione della contea di Broward, ma i negoziati tra Uber e la contea hanno "Stato difficile".
George ha detto che mentre l'aeroporto guarda i servizi di trasporto via terra più come un servizio clienti che un centro entrate, è sicuro che Uber non andrà via dal grande mercato della Florida del Sud, che include 26 milioni di passeggeri all'anno a Fort Lauderdale, 40 milioni di passeggeri Miami International Aeroporto e oltre 7 milioni di passeggeri annui all'aeroporto internazionale di Palm Beach.