Mark Zuckerberg, Priscilla Chan spende $ 3B per curare le malattie

Anonim

SAN FRANCISCO - Il CEO di Facebook Mark Zuckerberg e la sua pediatra moglie, Priscilla Chan, stanno lanciando uno sforzo ambizioso per spendere 3 miliardi di dollari nel prossimo decennio per curare le malattie.

L'obiettivo è "lavorare insieme per curare, prevenire o gestire tutte le malattie nella vita dei nostri figli", ha detto il dottor Chan durante un evento a San Francisco per la Chan Zuckerberg Initiative, il gruppo filantropico della coppia.

Il Dr. Chan ha parlato tra le lacrime mentre ricordava ai genitori che il loro bambino aveva una malattia incurabile o non poteva essere rianimato, esperienze che ha detto la rendevano ancora più determinata a collaborare con scienziati e ingegneri per costruire nuovi strumenti in grado di salvare vite entro la fine del secolo.

Zuckerberg, che è salito sul palco dopo le osservazioni di sua moglie, ha detto che lui e Chan vogliono "fare un futuro migliore per i nostri figli".

Come parte dell'investimento, la coppia sta finanziando un centro di ricerca da $ 600 milioni a San Francisco chiamato Biohub che è una partnership con UC San Francisco, Stanford University e UC Berkeley. Il neurobiologo Cori Bargmann è il presidente della scienza della Chan Zuckerberg Initiative.

USA OGGI

Mark Zuckerberg ha un figlio, promette di regalare il 99% delle azioni di Facebook

Lo scorso dicembre, la coppia ha celebrato la nascita di una bambina con l'annuncio sbalorditivo che hanno in programma di regalare la maggior parte della loro fortuna attraverso una nuova iniziativa per "far progredire il potenziale umano e promuovere l'uguaglianza per tutti i bambini nella prossima generazione". Il fondatore di Facebook e la moglie del suo medico si sono impegnati a distribuire il 99% delle loro azioni di Facebook nel corso della loro vita. Finora l'iniziativa Chan Zuckerberg ha investito in una start-up della codifica africana chiamata Andela e la start-up di educazione indiana Byju.

Zuckerberg e Chan hanno tracciato parallelismi con il fondatore di Microsoft e il miliardario filantropico Bill Gates e con la moglie Melinda, noti per i loro sforzi filantropici.

Gates mercoledì ha elogiato la coppia, che ha già fatto notevoli investimenti nell'istruzione, per "affrontare un'altra sfida audace".

"Questa idea di cura e prevenzione di tutte le malattie entro la fine del secolo, è molto audace, molto ambiziosa", ha detto Gates durante le osservazioni all'evento. "Non riesco a pensare ad un partenariato migliore per farcela", ha detto Gates, facendo notare le prese d'assalto imprenditoriali di Zuckerberg e le cure mediche di Chan.

"Entrambi amano la scienza e sono entrambi molto impegnati a dove può portarci", ha detto Gates.

USA OGGI

Mark Zuckerberg adotta un approccio non convenzionale alla filantropia

Biohub, la nuova struttura di ricerca indipendente a San Francisco, svilupperà nuovi strumenti per misurare e curare le malattie. Riunirà scienziati di spicco della UC San Francisco, della Stanford University e della UC Berkeley, ha detto Chan.

Joseph DeRisi, un biochimico della UCSF, e Stephen Quake, un professore di bioingegneria di Stanford, gestiranno la struttura. Si sta imbarcando nei suoi primi due progetti di ricerca: The Cell Atlas, una mappa dei diversi tipi di cellule che controllano gli organi principali del corpo, e l'Infectious Disease Initiative, che esplorerà nuovi approcci e svilupperà nuovi strumenti per creare farmaci, test diagnostici e vaccini che potrebbero aiutare la lotta contro minacce come HIV, Ebola e Zika.

Mark Zuckerberg e Priscilla Chan stanno dando $ 3 miliardi nel prossimo decennio per prevenire, curare e gestire le malattie. Hanno fatto l'annuncio a San Francisco mercoledì.

"I futuri progressi scientifici saranno probabilmente all'interfaccia di diverse discipline - una" convergenza "che richiede l'abbattimento delle barriere tra i campi: questo è esattamente ciò che sta progettando Biohub, " David Baltimore, vincitore del Premio Nobel e professore al California Institute of Technology ha scritto in un editoriale pubblicato mercoledì.

Chan ha detto che lei e Zuckerberg hanno passato due anni a parlare con gli scienziati. "Crediamo che il futuro che tutti desideriamo per i nostri figli sia possibile, fissiamo un obiettivo: possiamo curare tutte le malattie nella vita dei nostri figli?" Ciò significa che nessuno si ammalerà mai, ma vuol dire che i nostri figli e i loro figli dovrebbero ammalarsi molto meno e che dovremmo essere in grado di rilevare e trattare o almeno gestirlo come una condizione continua ", ha detto.

Nelle sue osservazioni, Zuckerberg ha esposto la sua visione per sradicare la malattia: riunire ingegneri e scienziati per costruire più rapidamente nuovi strumenti per far avanzare gli sforzi per affrontare le principali cause di morte: malattie cardiache, cancro, malattie infettive e malattie neurologiche.

Ha anche richiesto investimenti nell'intelligenza artificiale per sondare il cervello, apprendimento automatico per esplorare i genomi del cancro, chip informatici per rilevare malattie infettive e monitor per la circolazione sanguigna per rilevare le malattie.

"Oggi, solo quattro tipi di malattie causano la maggior parte dei decessi: possiamo fare progressi su tutti loro con la giusta tecnologia", ha scritto Zuckerberg in un post di Facebook. "Nel corso della storia, la maggior parte delle scoperte scientifiche sono state precedute dall'invenzione di nuovi strumenti che ci aiutano a vedere i problemi in modi nuovi, come il telescopio, il microscopio e il sequenziamento del DNA. Non è difficile immaginare i moderni strumenti necessari per accelerare le innovazioni quattro aree principali della malattia, quindi ci concentreremo sul mettere insieme scienziati e ingegneri per costruire questi nuovi strumenti e tecnologie ".

Questo è uno sforzo a lungo termine, ha avvertito Zuckerberg. "Abbiamo in programma di investire miliardi di dollari per decenni", ha detto. "Ma ci vorranno anni perché questi strumenti vengano sviluppati e più a lungo per poterli utilizzare appieno, è difficile e dobbiamo essere pazienti, ma è importante."