Il giudice concede il ritardo alla giustizia nell'udienza di Apple

Anonim

Alla vigilia della prevista prova legale in un tribunale della California con Apple Inc., la richiesta di rinvio del Dipartimento di Giustizia è stata concessa lunedì da un giudice federale mentre l'FBI verifica un nuovo metodo per sbloccare l'iPhone del terrorista di San Bernardino Syed Farook.

Giuristi della giustizia hanno affermato in documenti giudiziari depositati lunedì che un "partito esterno" non rivelato ha dimostrato un "possibile metodo" all'FBI per sbloccare il telefono di Farook, recuperato all'indomani del massacro di dicembre che ha lasciato 14 morti.

"Il test è necessario per determinare se si tratta di un metodo praticabile che non comprometterà i dati sull'E-iPhone di Farook", hanno detto gli avvocati della giustizia nel deposito di tre pagine. "Se il metodo è valido, dovrebbe eliminare la necessità dell'assistenza di Apple Inc."

USA OGGI

Altri 3 hack che l'FBI potrebbe utilizzare sull'iPhone del killer oltre a una chiave Apple

Il governo, che in precedenza aveva informato Apple della sua richiesta, ha dichiarato che avrebbe presentato una relazione sullo stato entro il 5 aprile.

"La nostra priorità principale è sempre stata l'accesso al telefono utilizzato dal terrorista a San Bernardino", ha detto lunedì la portavoce della giustizia Melanie Newman. "Con questo obiettivo in mente, l'FBI ha proseguito nei suoi sforzi per ottenere l'accesso al telefono senza l'assistenza di Apple, anche durante un mese di contenzioso con la società. Come risultato di questi sforzi, una parte esterna ha dimostrato al FBI lo scorso fine settimana un metodo possibile per sbloccare il telefono.

"Dobbiamo prima testare questo metodo per assicurarci che non distrugga i dati sul telefono, ma restiamo cautamente ottimisti", ha detto Newman. "Ecco perché abbiamo chiesto alla corte di darci un po 'di tempo per esplorare questa opzione: se questa soluzione funziona, ci permetterà di cercare nel telefono e continuare le nostre indagini sull'attacco terroristico che ha ucciso 14 persone e ferito 22 persone".

USA OGGI

Apple afferma che i "fondatori degli Stati Uniti sarebbero inorriditi" per ordine DOJ

USA OGGI

Apple v timeline FBI

Le autorità federali hanno rifiutato di identificare la parte esterna che lavorava con l'FBI o il modo in cui si collegava agli investigatori. I funzionari della giustizia lunedì hanno anche rifiutato di approfondire dove si svolgevano i test. Ma un funzionario federale incaricato dell'applicazione della legge ha dichiarato che le autorità hanno discusso con la fonte esterna per un periodo di giorni prima che il governo abbia sviluppato sufficiente fiducia per chiedere l'annullamento dell'udienza di martedì. Il funzionario, che non è autorizzato a commentare pubblicamente, ha detto che la parte esterna ha contattato l'FBI con una potenziale soluzione e che i test sono stati condotti su altri telefoni prima che vengano applicati al telefono Farook.

La richiesta improvvisa da parte del governo è arrivata mentre il gigante della tecnologia Lunedì stava ancora una volta difendendo la sua decisione di opporsi all'ordine del tribunale federale del mese scorso, dirigendo la compagnia ad assistere gli investigatori federali nel tentativo di ottenere l'accesso al telefono.

"Per molti di noi, l'iPhone è un'estensione di noi stessi", ha detto Cook durante il lancio di un nuovo telefono nella sua linea di prodotti. "Dobbiamo decidere come nazione quanto potere il governo dovrebbe avere sui nostri dati e sulla nostra privacy." Non ci aspettavamo di essere in questa posizione, in contrasto con il nostro governo. Ma abbiamo la responsabilità di aiutarti a proteggere i tuoi dati e proteggere la tua privacy. Lo dobbiamo ai nostri clienti e lo dobbiamo al nostro paese ".

"Non ci tireremo indietro da questa responsabilità", ha detto, a un entusiasmante, prolungato applauso.

Lunedi 'tardi, gli avvocati di Apple hanno detto di aver appreso per la prima volta della possibile soluzione dell'FBI lunedì pomeriggio. Ma gli avvocati non sapevano chi stava assistendo gli investigatori del governo o cosa potrebbe comportare il nuovo metodo.

Gli avvocati della compagnia hanno dichiarato di essere pronti a riprendere la sfida qualora lo sforzo si rivelasse infruttuoso.

USA OGGI

Apple Cook invia un messaggio al lancio di iPhone: "Non mi tirerò indietro"

Per il governo, la potenziale scoperta arriva dopo che il direttore dell'FBI James Comey ha dichiarato di aver esaurito ogni opzione nota al governo per bypassare la funzione di sicurezza del telefono nel tentativo di ottenere l'accesso ai suoi contenuti.

Ad una recente udienza del Congresso, Comey ha detto che le autorità considererebbero idee dall'esterno se fossero rese note alle autorità. Fino ad allora, ha detto, il governo non ha avuto altra scelta che cercare l'assistenza di Apple.

"Mentre l'FBI continuava a condurre le sue ricerche, e come risultato della pubblicità e dell'attenzione su questo caso in tutto il mondo, altri al di fuori del governo degli Stati Uniti hanno continuato a contattare il governo degli Stati Uniti per offrire possibili ricerche", hanno affermato gli avvocati della giustizia nei documenti presentata lunedì.

"Domenica ... un partito esterno ha dimostrato all'FBI un metodo per sbloccare il telefono di Farook", hanno dichiarato i documenti del tribunale.

Per settimane che hanno preceduto l'udienza posticipata di martedì, i funzionari della compagnia e del governo hanno intrapreso un'escalation di guerra nel braccio di ferro tra i difensori della privacy e gli interessi di sicurezza nazionale.

Gli avvocati della giustizia hanno affermato che Apple era obbligata ad assistere il governo nelle indagini sul terrore, dicendo che il rifiuto della compagnia era di ignorare un mandato di perquisizione valido.

Apple, nel frattempo, ha sostenuto che l'assistenza che l'FBI chiedeva richiedesse una cosiddetta "back-door" che minacciava di violare la privacy di milioni di clienti.

Il lunedì precedente ha chiesto se il contenzioso ha minacciato il rapporto a lungo termine della legge con Apple, il vice procuratore generale Sally Yates ha detto che la giustizia è "sempre ansiosa di cooperare con i nostri partner nel mondo tecnologico".

USA OGGI

Apple, la giostra degli Stati Uniti sulla domanda: puoi avere troppa crittografia?