Offerte di lavoro: ADP afferma che le aziende hanno aggiunto solo 135.000 posti di lavoro nel mese di settembre, mentre gli uragani hanno colpito le assunzioni

Anonim

Il rapporto sull'occupazione di settembre, venerdì, potrebbe essere indebolito dagli uragani Harvey e Irma, ma altri indicatori rivelano un'economia che sembra stia sparando su tutti i cilindri.

Il processore del libro paga ADP ha detto mercoledì che le imprese hanno aggiunto 135.000 posti di lavoro a settembre in seguito alle due tempeste, che potrebbero richiedere un tributo ancora maggiore sui guadagni occupazionali segnalati dal Dipartimento del lavoro.

Il totale ADP corrisponde alla stima degli economisti intervistati da Bloomberg. Gli economisti calcolano che il Labour di venerdì conterà solo 80.000 guadagni del personale da parte dei settori pubblico e privato, in calo da una media di 176.000 nei primi otto mesi dell'anno.

L'indagine sul lavoro probabilmente rivelerà effetti più pronunciati dagli uragani, in parte perché considera le persone come dipendenti solo se vengono pagate in una determinata settimana. I lavoratori sono generalmente inclusi nel conteggio ADP fino a quando sono ancora sul libro paga, dice Jim O'Sullivan, capo economista statunitense di High Frequency Economics. L'uragano Harvey ha colpito l'area di Houston a fine agosto, e Irma ha attraversato la Florida all'inizio di settembre.

O'Sullivan ritiene che le tempeste abbiano soppresso l'occupazione, ma non tanto quanto la maggior parte degli economisti credono. Osserva che le richieste iniziali di sussidi di disoccupazione sono aumentate lo scorso mese, ma le continue dichiarazioni sono state piatte, suggerendo che i lavoratori che hanno presentato istanze a causa degli uragani sono tornati sul lavoro in tempi relativamente brevi. Prevede che Labour riferirà che i datori di lavoro hanno aggiunto 125.000 posizioni il mese scorso.

Gli uragani renderanno particolarmente difficile per la Federal Reserve ottenere una lettura non trattata sul mercato del lavoro e sull'economia nei prossimi mesi, poiché soppeserà un altro rialzo dei tassi d'interesse entro la fine dell'anno. I numeri deboli a settembre potrebbero essere compensati da guadagni occupazionali insolitamente forti in ottobre e novembre, mentre gli impiegati inattivi ritornano al lavoro.

L'economista Michael Pearce di Capital Economics afferma che la Fed potrebbe fare più affidamento sui sondaggi sull'attività manifatturiera e dei servizi, che sono meno influenzati dalle condizioni meteorologiche. Il sondaggio sui servizi, mercoledì scorso, ha mostrato un aumento dell'attività il mese scorso al ritmo più veloce in 12 anni, mentre il rapporto di produzione pubblicato all'inizio di questa settimana indicava la più rapida espansione in 13 anni, secondo l'Institute for Supply Management.

"Non c'è certamente alcun segno in questi dati di indebolimento dell'economia", dice O'Sullivan.

A parte le tempeste, ADP tenta di prevedere il totale della manodopera, ma spesso ne varia significativamente. Negli ultimi 11 mesi, la stima iniziale di ADP è stata di 53.000 in media, rispetto ai 42.000 degli 11 mesi precedenti. O'Sullivan dice. ADP ha cambiato il metodo di calcolo un anno fa.

A settembre, ha detto ADP, le piccole imprese sono state le più colpite dalle tempeste, perdendo 7.000 posti di lavoro. Le aziende di medie dimensioni hanno aggiunto 63.000 posti di lavoro e grandi aziende 79.000.

Il commercio, i trasporti e le utilities, che comprende i rivenditori, è stato il più duro tra le industrie e ha perso 18.000 posti di lavoro mentre il settore dell'informazione ha perso 11.000. Il tempo libero e l'ospitalità, che include ristoranti e alberghi, ha aggiunto 20.000 posti di lavoro, ma questo era ben al di sotto del suo ritmo normale.

Altre industrie si sono trasformate in spettacoli sorprendentemente solidi. I servizi professionali e aziendali hanno aggiunto 51.000 posti di lavoro; costruzione 29.000; assistenza sanitaria 28.000; e la produzione di 18.000.

"Guardando attraverso le tempeste, il mercato del lavoro rimane solido e forte", ha dichiarato Mark Zandi, capo economista di Moody's Analytics, che aiuta ADP a compilare il rapporto.

Complessivamente, la crescita media mensile dei posti di lavoro riportata dal Labour è diminuita quest'anno a 176.000 da 187.000 l'anno scorso e 226.000 nel 2015. Questo perché il basso tasso di disoccupazione del 4, 4% ha reso più difficile per i datori di lavoro trovare lavoratori qualificati.