Enormi semifinali che rotolano giù dall'autostrada potrebbero presto non avere nessuno al volante

Anonim

SAN FRANCISCO - Quanto è caldo lo spazio dei veicoli a guida autonoma?

È così bello che se sei un forte ventunenne con esperienza di robotica e alcuni amici intelligenti, puoi sbarcare a milioni di persone per avviare la tua azienda.

Imbarcati, una nuova startup di camion self-driving lanciata venerdì, è nata da un'idea di compagni di università di Waterloo, Alex Rodrigues e Brandon Moak, anche 21. Il duo canadese ha lavorato su un camion a guida automatica dalla scorsa estate, e a gennaio ha ricevuto la documentazione necessaria per testare l'impianto di perforazione sulle autostrade pubbliche del Nevada. Il camion finora ha registrato 10.000 miglia.

Il giocatore principale in questo spazio, Otto di proprietà di Uber, ha predisposto una visione che avrebbe trovato gli autisti che riposavano comodamente nelle cuccette della cabina mentre il camion percorreva l'autostrada in uscita. Il radar del camion, il radar laser, le telecamere e i computer alimentati dall'algoritmo gestiscono il lavoro di guida in autostrada altamente sofisticata e da crociera.

Embark punta anche a una soluzione exit-to-exit, ma vuole che i camion funzionino completamente senza umani fino a quando non vengono raggiunti dai conducenti nei punti di incontro del punto di uscita.

"Vogliamo concentrarci sul trasporto su autocarro anziché su auto perché pensiamo che si tratti di un'area con un problema acuto da risolvere, vale a dire una carenza di conducenti a lungo raggio", afferma Rodrigues. "Nessuno vuole davvero stare lontano da casa per lunghi periodi di tempo, e c'è un tasso di turnover di 10 volte per quei driver rispetto a chi lavora localmente".

Aggiunge che "i lavori che pagano meglio sono anche i posti di lavoro locali, quindi l'idea è che i conducenti si trovino in un'area di sosta solo sull'autostrada e si occupino di portare le merci alla loro destinazione finale".

L'ammontare esatto del round di seed di Embark è privato, ma gli investitori includono Maven Ventures e SV Angels. Sebbene la squadra contenga solo 10 finora, compresi i veterani di SpaceX e Audi, Rodrigues non è preoccupato per la concorrenza di Otto.

"C'è ancora molta strada da fare e non penso che sia il tipo di gara in cui vince la prima persona a sviluppare la tecnologia migliore", afferma. "Probabilmente arriverà ad avere le migliori partnership e lavorare con i regolatori".

Le modifiche di Embark potrebbero essere appena migliorate. Giovedì, Waymo, precedentemente noto come azienda automobilistica autonoma di Google, ha citato in giudizio Otto, facendo valere che il co-fondatore di Otto Anthony Levandowski, che lavorava per il programma di Google, ha rubato dati di sensori proprietari che sono stati usati come base per la tecnologia di Otto.

Alex Rodrigues, 21 anni, è co-fondatore di una nuova società di camion autoguidata, Embark. Attualmente sta testando in Nevada.

La Silicon Valley è conosciuta per gli aumenti meteorici, ma Rodrigues sta spingendo la busta. Ha costruito il suo golf cart self-driving nel garage dei suoi genitori meno di due anni fa per $ 10.000.

Ma l'industria multimiliardaria in cui si sta immergendo è particolarmente spumeggiante e desiderosa di soluzioni, poiché sia ​​le case automobilistiche (da Audi a Volvo) che le società tecnologiche (dal massiccio Waymo di proprietà di Google al piccolo Drive.ai) lottano per rivendicare le migliori posizioni trarre profitto dalla prossima rivoluzione autonoma dell'auto.

Maggiori informazioni su questo argomento:

Le autovetture rimarranno sulla corsia lenta, dicono i piloti

Ford punta $ 1B all'avvio di auto senza conducente

Le auto a guida autonoma di Waymo richiedono meno interventi da parte dell'autista

Le aziende automobilistiche che guidano da soli affrontano una serie di problemi nello sviluppo dei loro prodotti, comprese cattive infrastrutture (i sensori spesso richiedono buoni segnali stradali per navigare) e regole che differiscono da Stato a Stato (il Dipartimento di Motor Vehicles della California sta esaminando le accuse secondo cui Otto stava testando illegalmente in California, anche se la società ha promosso un successo di 100 miglia di camion di autocarri in Colorado).

Otto è una società di autocarri autotrasportata avviata da veterani di Google e acquistata da Uber lo scorso anno.

Rodrigues dice che Embark spera di aggiungere altri camion autosufficienti alla sua flotta quest'anno e di espandersi in altri stati. Nel complesso, rimane ottimista riguardo sia al legislatore che all'adozione pubblica - anche se lo scenario, ad alcuni, sembrerà una trama di un film horror interpretato da camion robotizzati andati male.

"L'NHTSA (l'Amministrazione nazionale per la sicurezza del traffico autostradale) sembra particolarmente orientata ai dati e focalizzata sul salvataggio di vite umane", afferma, notando che le morti per incidenti stradali hanno improvvisamente iniziato a salire negli ultimi due anni. "Undici persone muoiono ogni giorno in incidenti con camion pesanti: questo è un numero che tutti vogliono ridurre".

Per quanto gli umani siano spaventati da enormi semi senza nessuno al timone, Rodrigues è convinto che la familiarità alla fine accrescerà l'accettazione.

"Vivendo a Mountain View vedi sempre Google e le auto che guidano senza sosta in compagnia", dice. "Quando iniziammo a sviluppare un furgone navetta self-driving (durante un'impresa pre-Embark), i nostri vicini non ci pensarono assolutamente: alla fine, penso che saremo tutti in questo modo a far passare un camion auto-guida sull'autostrada. "