Firefox crea Mozilla per bloccare la pubblicità su Facebook a causa dello scandalo dei dati

Anonim

Mozilla, i creatori del famoso browser web Firefox, ha detto che interromperà la pubblicità su Facebook a seguito di uno scandalo di dati che ha colpito decine di milioni di utenti.

In una dichiarazione pubblicata sul suo sito web, Mozilla ha sollevato dubbi sul fatto che le impostazioni di privacy predefinite di Facebook non siano abbastanza forti da proteggere i dati dell'utente da terze parti.

"Quando Facebook intraprenderà un'azione più incisiva nel modo in cui condivide i dati dei clienti, rafforzando in particolare le impostazioni di privacy predefinite per le app di terze parti, prenderemo in considerazione la possibilità di tornare", ha scritto Mozilla.

A seguito delle rivelazioni sulla società politica Cambridge Analytica che ha ottenuto l'accesso alle informazioni del profilo di Facebook su decine di milioni di utenti in modo improprio, Mozilla ha affermato di aver preso in considerazione le impostazioni di privacy predefinite di Facebook. Ha trovato che le impostazioni "lasciano l'accesso aperto a molti dati, in particolare rispetto alle impostazioni per app di terze parti".

La pressione da parte di legislatori e critici sta aumentando per Facebook alla ricerca di risposte su come Cambridge Analytica ha ottenuto i dati e perché ha impiegato Facebook così a lungo per rivelare l'abuso.

Mercoledì, l'amministratore delegato di Facebook Mark Zuckerberg ha rotto il suo silenzio sullo scandalo, scrivendo in un post su Facebook l'azienda ha bisogno di aggiustare la "violazione della fiducia" dei suoi utenti.

In una serie di interviste successive a più punti vendita, Zuckerberg ha dichiarato che sarebbe stato disposto a testimoniare prima del Congresso.