Crollo Fatal Tesla conduce alla ricerca dell'anima dell'industria automobilistica

Anonim

TRAVERSE CITY, Michigan - La morte di un autista in un Tesla Model S con la sua parziale funzione di autopilota autopilota impegnata è ancora increspata nell'industria automobilistica in quanto solleva preoccupazioni sulla velocità con cui l'industria dovrebbe adottare la tecnologia auto-guida e come dovrebbe essere progettato

Lo schianto, la prima fatalità conosciuta legata alla tecnologia di guida autonoma, ha indotto varie case automobilistiche a ripensare il modo in cui presentano ai consumatori la tecnologia di guida autonoma, ha scatenato un'indagine da parte dell'Amministrazione nazionale per la sicurezza del traffico stradale e ha sollevato preoccupazioni all'interno del settore che l'incidente rallentare l'introduzione di una nuova tecnologia che ha il potenziale per salvare vite umane.

Le implicazioni dello schianto fatale sono saltate per tutto il giorno lunedì ai Management Briefing Seminars di Traverse City. La conferenza di settore, organizzata dal Center for Automotive Research, riunisce centinaia di top manager e analisti del settore.

"La recente pubblicità che abbiamo citato alcune volte questo pomeriggio con la recente fatalità del pilota automatico di Tesla ha davvero aperto il dialogo nel settore", ha affermato Gareth Williams, direttore dello sviluppo avanzato di Mitsubishi Electric, un fornitore automobilistico.

Tesla Motors ha riconosciuto che un pilota di una delle sue vetture Model S che operava in modalità Autopilota è morto quando il sistema semi-autonomo non ha rilevato un trattore-rimorchio che si gira davanti all'auto elettrica di lusso.

Kirk Steudle, direttore del Dipartimento dei trasporti del Michigan, ha detto che tutti nel settore sapevano che la prima fatalità connessa a un'automobile con tecnologia autoaggressiva avrebbe suscitato scalpore.

Mentre l'incidente solleva problemi significativi, Steudle ha detto: "Dobbiamo metterlo in un contesto".

"Quello stesso giorno c'erano altri 95 morti ... e ogni giorno da allora ci sono stati altri 95 morti", ha detto Steudle. Steudle ha detto che l'errore del conducente è la causa della maggior parte dei decessi dovuti al traffico.

In generale, sia i dirigenti dell'industria automobilistica che i regolatori ritengono che l'evoluzione verso le auto a guida autonoma migliorerà la sicurezza e ridurrà il numero di incidenti stradali.

Uno dei problemi più complicati è chiarire al conducente esattamente ciò che la tecnologia dell'auto può e non può fare. NHTSA delinea quattro livelli di veicoli a guida autonoma. Solo al livello 4 un conducente può trasformare completamente il controllo sull'auto.

L'autopilota di Tesla è considerato una tecnologia di livello 2 e il conducente deve rimanere impegnato con la macchina mentre sta guidando.

"Penso che il livello 4 dell'NHTSA sia molto lontano", ha dichiarato Brian Daugherty, chief technology officer della Motor Equipment Manufacturers Association.

Williams ha detto che un sondaggio condotto tra i consumatori mostra che l'industria automobilistica deve progettare sistemi di guida autonomi di cui i conducenti possano fidarsi e che li faccia sentire a proprio agio, ma i sistemi di oggi non sono abbastanza buoni.

In altre parole, quando un'auto ha una tecnologia di guida autonoma, l'auto deve essere in grado di rimanere costantemente nella sua corsia e, se si chiede alla vettura di cambiare corsia, tale cambiamento deve avvenire senza intoppi. In caso contrario, il conducente non si fiderà della tecnologia.

Williams ha detto che i consumatori che hanno testato i veicoli attuali con funzioni di guida autonoma non sono stati soddisfatti.