Facebook Live in polizia sparando uscieri in era di camme del corpo personale

Anonim

SAN FRANCISCO - Quando un agente di polizia ha sparato al suo fidanzato Philando Castile durante una sosta, Diamond Reynolds ha raggiunto un nuovo potente mezzo per portare il mondo in macchina con loro - Facebook Live, la funzione di streaming in-app che trasmette il sangue e l'emozione conseguenze dello sparo mortale che ha lasciato il suo fidanzato accasciato al posto di guida accanto a lei.

Ha commentato uno dei suoi spettatori: "Non smettere di registrare".

Benvenuti nell'era delle camme del corpo personale. Due anni dopo le chiamate diffuse per le telecamere della polizia, le persone stanno tirando fuori dalle loro tasche le app per lo streaming mobile per catturare ciò che sta accadendo loro.

Il video di Reynolds, che la registrava mentre parlava con l'ufficiale di polizia mentre puntava la pistola attraverso la finestra, sua figlia di quattro anni sul sedile posteriore dietro di lei, è stata vista su Facebook più di 4 milioni di volte entro 24 ore dalle riprese. Ha superato i telegiornali, sottolineando il ruolo emergente dello streaming video nel catturare e trasmettere istantaneamente eventi traumatici mentre si svolgono.

"Questo è un momento spartiacque", dice Steve Jones, professore di comunicazione all'Università dell'Illinois a Chicago. "Un numero enorme di persone verrà trasmesso in diretta quando verrà arrestato o quando avranno altri problemi con le autorità".

USA OGGI

Facebook va all in sul video live

Lo smartphone, quel piccolo ma potente computer che tante persone portano con sé durante la giornata, sta trasformando i normali cittadini in giornalisti tascabili, con una crescente gamma di app mobili da Facebook Live a Periscope di proprietà di Twitter.

"Siamo passati dall'avere il potere della stampa nelle mani di tutti, grazie ad Internet per avere il potere delle notizie di trasmissione e dei programmi TV in diretta", dice Jones.

Dai disordini civili a Ferguson, Mo. al sit-in messo in scena dai Democratici alla Camera dei Rappresentanti per protestare contro la legge sul controllo delle armi in stallo, "è un punto di svolta nel modo in cui le notizie saranno diffuse in futuro", dice Jones.

Benjamin Burroughs, professore dei media emergenti all'Università del Nevada, Las Vegas, lo definisce "streaming civico", uno strumento per i cittadini che evita i media tradizionali e si connette in tempo reale con spettatori che si sentono presenti.

"Il live-streaming aumenta solo la sensazione di immediatezza e vicinanza alla sofferenza", dice. "Il pubblico di visione si sente come se stessero vivendo gli eventi senza un filtro mediatico, l'immediatezza può essere incredibilmente emotiva mentre la distanza sembra essere cancellata".

L'amministratore delegato di Facebook Mark Zuckerberg ha parlato della potenza di Facebook Live in un post sulla sua pagina Facebook. "Le immagini che abbiamo visto questa settimana sono grafiche e strazianti e fanno luce sulla paura che milioni di membri della nostra comunità vivano ogni giorno", ha scritto.

Il pericolo, dice Burroughs, è che questi video diventeranno "una specie di voyeurismo e di giornalismo esca" piuttosto che "una discussione su una significativa riforma del sistema giudiziario penale".

La possibilità per chiunque di filmare qualsiasi cosa ha creato sfide per Facebook, che si sta confrontando con il modo di moderare l'immediatezza viscerale del video. A giugno, un simpatizzante dello Stato islamico ha pubblicato un video di propaganda di 12 minuti in cui ha minacciato futuri attacchi dopo aver ucciso un comandante della polizia e il suo compagno nella loro casa fuori Parigi. Facebook ha rimosso il video.

USA OGGI

Il sospetto del terrorismo usa Facebook Live per minacciare gli attacchi

Il giorno dopo un video che si proponeva di mostrare la sparatoria fatale di un uomo di Chicago è rimasto su Facebook ma gli spettatori sono stati avvertiti che conteneva contenuti grafici.

Il video di Reynolds è stato estratto per circa un'ora da Facebook, provocando un putiferio tra alcuni utenti. La società ha accusato un "problema tecnico" e ha ripristinato il video con un avvertimento che il video è grafico, sollevando domande sulla crescente potenza di Facebook per controllare quali contenuti possono essere visualizzati dagli utenti.

Facebook e altri servizi di social media sono diventati fornitori sempre più potenti per il consumo di notizie. Quasi i due terzi degli americani ricevono le loro notizie dai social media. Due terzi degli utenti americani di Facebook dicono di ricevere le loro notizie da Facebook, secondo un recente sondaggio Pew Research.